Warning: Declaration of GW_GoPricing_Plugin_Installer_Skin::feedback($string) should be compatible with WP_Upgrader_Skin::feedback($string, ...$args) in /home/assicura/public_html/www.younewyork.it/wp-content/plugins/go_pricing/includes/core/class_plugin_installer_skin.php on line 0
Greenwich Village a New York, guida di viaggio
youNewYork.it

Fermate Metropolitana Vicine: Christopher St. – Sheridan Square | West 4th St. – Washington Square
Vedi su GoogleMap
Scopri i New York Pass!
Hotel a Manhattan

Il Greenwich Village di New York è una delle zone più particolari della città. Situato nella zona sud est di Manhattan, un tempo era un vero e proprio villaggio di campagna tanto che nel 1822 divenne il rifugio di molti newyorkesi in fuga dalla peste che aveva colpito la città.

the village new yorkSe date uno sguardo alla mappa della zona vedrete che la planimetria stradale risulta decisamente più confusa rispetto al resto di Manhattan, basta far caso all’intreccio di vie che portano a Sheridan Square. Questo perché la planimetria del piccolo villaggio rurale del 1800 non riuscì ad adattarsi a quella di Manhattan. Proprio questa sua caratteristica di essere una porzione di Manhattan ma con diversi elementi di separazione, rese il Greenwich Village il rifugio di moltissimi artisti, soprattutto a partire dalla beat generation.
Divenne così un vero e proprio paradiso bohémien, un quartiere non certamente ricco dal punto di vista economico, ma pieno di artisti del calibro di Andy Warhol e successivamente anche di stelle del cinema come Al Pacino, Dustin Hoffman, Woody Allen.

Oggi è molto frequentato dalla comunità gay newyorkese e anche dagli studenti della New York University che ha sede proprio nelle strade del Greenwich Village. Il quartiere nel corso degli anni ha saputo saggiamente sfruttare la sua anima artistica ed oggi ospita café, birrerie, tavole calde, teatri, biblioteche. Un piccolo angolo di relax culturale che sembra molto distante dal resto di New York City.

greenwich new york

Una lunga passeggiate per le strade del Village (come lo chiamo i Newyorkesi) è must. Bisogna riconoscere che nella zona non ci sono attrazioni importanti, non c’è qualcosa da vedere in particolare. Per apprezzare questo pittoresco quartiere bisogna camminare facendo ogni tanto una sosta in qualche café letterario, dovete cercare di apprezzare l’aria di cultura che si respira senza dovere forzosamente cercare qualche edificio che avete visto in qualche guida.
Questo non significa che non ci sia nulla da vedere, voglio solo suggerirvi di evitare, almeno qui, rigidi schemi di visita studiati scientificamente prima di partire.

greenwich village

Il fulcro del Village è sicuramente Washington Square, una grande piazza celebre per l’arco di Stanford (1895) posto sul lato nord che ricorda, in piccolo, quello di Parigi. Una “square” ricca di storia, prima una palude, poi un cimitero, qualche tempo dopo centro di un villaggio rurale, oggi cuore del quartiere bohémien.
Uno degli edifici più caratteristici è il Jefferson Market Courthouse, chiamato anche “Old Jeff” che oggi è parte della New York Public Library, la biblioteca pubblica cittadina. La sua torre, un tempo, veniva utilizzata per scovare eventuali incendi e dare l’allarme ai pompieri. La particolarità dell’Old Jeff sta nel suo colore rosso e nello stile gotico-veneziano che l’architetto Cavaglieri arricchì con vetri colorati durante il restauro negli anni ’50.
Irrinunciabile è un giro veloce a St Luke’s Place, una zona residenziale composta da case a schiera che si affacciano su di un parco di St Luke’s Place appunto. La casa numero 10 è sicuramente la più celebre perché vi abitavano i Jefferson, nella famosa e omonima serie tv.
Tra le altre, non dimentichiamoci della Church of the Ascention, una chiesa in stile gotico risalente al 1888 e il Forbes Magazine Building, sede dell’omonima rivista finanziaria.

Torna alle Attrazioni di New York

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *